Casa Famiglia Maria e Giuseppe - Castiglione d'Adda  Facebook 

Home PageStrutturaServiziInformazioniProgettiNews
Foto RicordoPubblicazioniLavora con Noi

      News 1     

News 1News 2News 3News 4News 5News 6News 7News 8News 9

 

ALZHEIMER, ricordi e attività fisica

I ricercatori affermano che ci sono buone ragioni per consigliare agli anziani di fare attività fisica per proteggere i loro ricordi, l’esercizio fisico favorisce il rallentamento della progressione dell'Alzheimer in chi ne è già affetto e ne riduce il rischio di comparsa addirittura del 40% in chi è sano. Grazie ad un insieme di effetti concomitanti, primo fra tutti l’aumento della vascolarizzazione cerebrale in grado di limitare l’insorgenza di patologie cardiovascolari, quali ipertensione, aterosclerosi, sovrappeso, obesità, tutti fattori chiave per lo sviluppo delle placche amiloidi, che altro non sono che delle specie di ‘depositi’ degenerativi che, crescendo tra i neuroni, nel tempo li porta a morire. Ma non è tutto, l’attività fisica, grazie ad una più capillare irrorazione del cervello, potenzia le connessioni sinaptiche (responsabili della trasmissione dei segnali nervosi) e favorisce la neurogenesi, ovvero il processo tramite il quale vengono generati nuovi neuroni. Per esercitare questa funzione protettiva, l'attività fisica deve essere moderata, praticata con regolarità almeno tre volte a settimana, per un tempo di almeno una trentina di minuti a sessione di lavoro, di tipo prettamente aerobico, ma che includa anche esercizi di forza e flessibilità.

 

Casa Famiglia Maria e Giuseppe - via Roma 39/41 - 26823 Castiglione d'Adda - Lodi - Gestione " il Sorriso Soc. Cooperativa Sociale Onlus" -  P.iva/C.F. 08583880961